L' ARTE MODERNA SPIEGATA COL RAP - Andy Warhol/ BARRYMAD

×

[Everyeye Tech] Nella famosissima opera "32 Campbell's Soup Cans" di Andy Warhol non è presente un particolare gusto di zuppa nella tela: la zuppa di lenticchie. L'opera ... Quale di questi sapori di zuppa non è presente nella famosa tela di ... Vedi di più

[TPI] 32 Lattine zuppa di Andy Warhol, quale di queste non c'è nella celebre serie di tele | Domanda "Chi vuol essere milionario" oggi. 32 Lattine zuppa Andy Warhol quale non c'è | Domanda Milionario ... Vedi di più

[Mediaset Play] 32 Campbell's Soup Cans è l'opera d'arte realizzata nel 1962 da Andy Warhol. Scopriamo quale zuppa non fa parte della celebre serie di tele. Quale zuppa non fa parte delle 32 lattine realizzate da Andy Warhol ... Vedi di più

Tag

Immagini simili

Le 5 opere più amate di Andy Warhol

Le 5 opere più amate di Andy Warhol

1417 × 1417
L' ARTE MODERNA SPIEGATA COL RAP -  Andy Warhol/ BARRYMAD

L' ARTE MODERNA SPIEGATA COL RAP - Andy Warhol/ BARRYMAD

Andy Warhol opere tra le più famose dal 1962 al 1987 del grande re della Pop Art - Loreto

Andy Warhol opere tra le più famose dal 1962 al 1987 del grande re della Pop Art - Loreto

Undici opere di Andy Warhol a Reggio Emilia fino al 15 giugno Reggionline –  Quotidianionline – Telereggio – Trc – TRM

Undici opere di Andy Warhol a Reggio Emilia fino al 15 giugno Reggionline – Quotidianionline – Telereggio – Trc – TRM

1632 × 1225
Le opere più famose di Andy Warhol

Le opere più famose di Andy Warhol

1200 × 1205
Andy Warhol a Roma: le opere

Andy Warhol a Roma: le opere

1000 × 1569
Opere Di Andy Warhol Marilyn Monroe | Quadri pop art, Andy warhol, Pop art

Opere Di Andy Warhol Marilyn Monroe | Quadri pop art, Andy warhol, Pop art

1050 × 1059
Andy Warhol/ La Fama
L’arte moderna spiegata col rap 2/ 7
In quest'uscita sono entrato nella factory del padre della Pop Art.
I 15 minuti di fama oggi sono diventati 10 secondi, c'è un consumo emozionale così frenetico, come nelle sue serigrafie non facciamo che ripeterci ogni giorno, scorriamo le dita sulle vite degli altri su e giù ama, su e giù odia.
Tutte oggi vogliono essere Marylin, tutti oggi vogliono essere Elvis ...

Andy per me rappresenta la concezione d'arte che ha cambiato la mia vita.
Questa sua libertà in bilico tra la la timidezza e la consacrazione iconica mi ha subito catturato.
Il suo vissuto è uno "started from the botton" americano per eccelenza.
Il rendere l'arte prodotto lo ha reso oggetto di critiche dai classicisti e mi sento vicino a lui con la mia musica, penso che quello che faccio non è altro che riprodurre in serie pensieri che fanno odiare, comprare e riflettere nello stesso momento.
Andy Spiega in uno dei suo discorsi che abbraccia la sua filosofia Warholiana :
"Quel che c'è di veramente grande in questo paese è che l'America ha dato il via al costume per cui il consumatore più ricco compra essenzialmente le stesse cose del più povero. Mentre guardi alla televisione la pubblicità della Coca-Cola, sai che anche il Presidente beve Coca-Cola, Liz Taylor beve Coca-Cola, e anche tu puoi berla. Una Coca è una Coca, e nessuna somma di denaro può procurarti una Coca migliore di quella che beve il barbone all'angolo della strada. Tutte le Coche sono uguali e tutte le Coche sono buone. Liz Taylor lo sa, lo sa il Presidente, lo sa il barbone e lo sai anche tu."
Andy Warhol racconta la fama vista da sotto e vissuta sopra, è una cimice di platino dell'America di successo.
Ha cambiato le regole della pubbllicità, la sua ironia borderline ci ha lasciato grandi spunti per il mondo grafico pubbllicitario.
L'odio gratuito che soggiorna nei nostri giorni non è altro che la conseguenza di una ricerca imperfetta e sbagliata, soprattutto perchè non c'è più un vero successo, stiamo vivendo su un tappeto meccanico che trita talenti, li confeziona ma non diventano campbell's.
Chiudo questa parte della rubrica con una delle sue frasi più celebri:
«Non pensare di fare arte, falla e basta. Lascia che siano gli altri a decidere se è buona o cattiva, se gli piace o gli faccia schifo. Intanto mentre gli altri sono lì a decidere tu fai ancora più arte».
Andy Warhol

Opere citate nel testo

Marylin Monroe - Il volto di Marilyn Monroe appartiene ad una cartella contenente 10 serigrafie su carta che Andy Warhol realizzò nel 1967, tutte dedicate alla diva americana La cartella dedicata a Marilyn è una delle più famose e citate dell’artista americano e si caratterizza per una ricchezza cromatica che cambia da serigrafia a serigrafia, giocando sui contrasti complementari di colori quali il blu, il rosso, il verde, l’azzurro e il rosa.

La zuppa Campbell’s
Alle scatoletta Campbell Warhol ha dedicato una quantità enorme di quadri. L’ha rappresentata a volte chiusa, altre volte aperta. Non che la cosa faccia cambiare significato all’immagine, ma la grande ripetizione del medesimo tema sembra sfruttare i meccanismi della pubblicità.
Un bombardamento subliminale delle immagini che si aggancia alla percezione con cui la massa effettua scelte e preferenze.

Oxidation Painting .
1978, fatto con la pipì di chi frequentava la sua Factory, il luogo-laboratorio in cui si riunivano artisti e personaggi famosi del tempo.

Coca Cola
Andy Warhol dipinse l’immagine iconica della Coca-Cola per la prima volta negli anni Sessanta, quando creò tele a grandezza d’uomo della bottiglia di vetro.

Brillo Boxes
Nel 1960 Warhol inizia a produrre i suoi primi lavori aventi come soggetto prodotti di largo consumo presi indifferentemente dal mondo del cinema, della politica o dagli scaffali di un supermercato.
egli ritiene che la gente comprenda solo ciò che conosce, nulla meglio degli oggetti-simbolo della società dei consumi può prestarsi ad essere rappresentato artisticamente, con questo pensiero, il padre della pop art costruisce il suo personaggio secondo i tempi e i modi della campagna pubblicitaria.
nel 1964 Andy Warhol, in occasione di una sua esposizione presso la Stable Gallery di New York, allestì le sue opere in uno spazio occupato da scatole di Brillo poggiate l’una sull’altra, gli interni della galleria d’arte sembravano assumere l’aspetto di un magazzino. In realtà le Brillo boxes di Warhol erano riproduzioni in legno delle confezioni originali già esistenti di uno dei detersivi di consumo in quel periodo destinato alla pulizia delle pentole d’alluminio.

Un grazie speciale a Simona Luciani per il video
MadwarF per la produzione
MD REC Recording Studio per lo studio

Ufficio Stampa Chiasso per portare avanti insieme a me questa nostra visione della musica.

#barrymad #lartemodernaspiegatacolrap #popart #andywarhol #rap #alternativerap #indie
Le 5 opere più amate di Andy Warhol. L' ARTE MODERNA SPIEGATA COL RAP - Andy Warhol/ BARRYMAD. Andy Warhol opere tra le più famose dal 1962 al 1987 del grande re della Pop Art - Loreto. Undici opere di Andy Warhol a Reggio Emilia fino al 15 giugno Reggionline – Quotidianionline – Telereggio – Trc – TRM. Le opere più famose di Andy Warhol. Andy Warhol a Roma: le opere. Opere Di Andy Warhol Marilyn Monroe | Quadri pop art, Andy warhol, Pop art.